Questo sito utilizza cookie tecnici per le proprie funzionalità. Continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, accetterai implicitamente di ricevere cookie dal nostro sito. Potrai ottenere maggiori informazioni cliccando su più "informazioni sui Cookie"

Colloquio di lavoro

Colloqui virtuali: come affrontarli?

1 ottobre 2018

I tempi sono cambiati e lo è anche il modo di cercare lavoro. La competizione è aumentata nel corso degli anni e lo screening dei candidati è diventato molto più sofisticato e veloce.

Saranno sempre più rare le occasioni in cui si potrà svolgere un colloquio vecchio stile, nell’ufficio del capo a discutere. Oggi una rapida conversazione telefonica o un colloquio virtuale di 15 minuti può far risparmiare tempo, energia e denaro a datori di lavoro e al personale che conduce le ricerche sui candidati.

È facile pensare che sia impossibile fare una buona impressione a distanza, su Skype, in video-chat o per telefono.

Eppure come con tutte le altre forme di intervista, ci sono consigli non scritti che dovresti provare a seguire, è necessario capire che se si sta cercando lavoro prima o poi succederà di dover sostenere un colloquio in questo modo.

Tanto vale essere preparati.

7 consigli per affrontare al meglio un colloquio virtuale

1. Sii te stesso

Ma dai? Direte voi, si può sembrare banale ma dovete cercare di capire che la persona che sta dall’altra parte sta facendo il suo lavoro, parla faccia a faccia con tantissime persone che vogliono essere assunte, quindi è inutile essere agitati perché fino a quando non sarete scelti, sarete un soggetto come tutti gli altri, agli occhi degli intervistatori.

2. Scegli il posto giusto

La differenza è che i tuoi intervistatori non solo possono vederti e sentirti, ma possono anche vedere e ascoltare ciò che ti circonda. Non fare l’intervista in un caffè affollato o a bordo di un treno, per quanto tu sia sempre in giro cerca di trovare un posto adeguato e calmo, dove ci sia una connessione stabile e dove sia facile capire cosa dice l’altro senza essere disturbati. Un po’ di sana privacy insomma, meglio a casa, sempre se il tuo cane non abbaia in continuazione.

3. Controlla la webcam

Non tutti noi siamo ingegneri informatici ma assicurati almeno che la tua webcam e il tuo microfono funzionino correttamente. Metti in pausa tutti i download e rimanda le principali sincronizzazioni dei dati fino a quando l’intervista non sarà finita. Sarebbe un peccato che il tuo colloquio fosse influenzato dall’urgente necessità di aggiornamento del tuo software o da web cam che ti fanno vedere a testa in giù o di colore giallo scuro.

4. Non essere timido

Se riscontri problemi tecnici, informa immediatamente l’intervistatore. Non puoi correre il rischio di rispondere in modo errato a una domanda che non hai sentito in modo accurato. Se la chiamata cade in modo imprevisto, non aver paura di riavviare il contatto.
Capita spesso e non c’è motivo di pensare che sia tutto compromesso, gli intervistatori lo sanno che può succedere e non si scompongono particolarmente.

5. Mantenere il contatto visivo

Nonostante guardarsi negli occhi quando si parla venga abbastanza naturale, durante una video chiamata spesso capita che lo sguardo vaghi per la stanza, sulla propria immagine nell’icona in basso, su un dettaglio del vestito di chi sta dall’altra parte. Ecco sappiate che si vede, che i movimenti dei vostri occhi sono chiari anche dietro lo schermo di un pc, per aiutarti potresti mettere il puntatore del mouse sul viso dell’intervistatore per avere sempre qualcosa da fissare.

6. Non recitare un copione

Se leggi un foglietto che tieni sotto alla scrivania con scritto chi sei e perché dovresti essere tu il prescelto, ti assicuro che si nota. Anche se usi degli appunti sul desktop sarà evidente che tu stia muovendo gli occhi lungo una riga e che tu stia leggendo.Non pensare all’intervista virtuale come un modo per avvantaggiarti sul cosa dire o sulle informazioni che potresti avere a portata di click. Immagina di essere in un ufficio davanti a delle persone, senza avere la possibilità di consultare o cercare nulla.

7. Assicurati di vestirti in modo appropriato e di avere un aspetto professionale.

Il fatto che tu faccia l’intervista a casa non vuol dire stare in ciabatte, la prima impressione conta anche sullo schermo.

Costi limitati, maggiore flessibilità nella gestione degli appuntamenti, possibilità di osservare il candidato faccia a faccia e di osservare le reazioni alle sue domande: questi sono alcuni dei possibili vantaggi dei colloqui virtuali, sono un opportunità anche per te che non dovrai più andare a mille appuntamenti in giro per la città.

In questo modo, inoltre, farai capire di essere aggiornato e di mentalità aperta rispetto a questo tipo di pratiche, tecnologico e a tuo agio con il computer, questo ti farà guadagnare punti. Non aver paura!

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (4 voti)

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *