Curriculum

CV a prova di ATS. L’importanza di un curriculum professionale e leggibile

24 ottobre 2018

 

Compilare nel modo corretto un CV prima di sottoporlo alla valutazione di un ATS, è sicuramente l’obiettivo principale di chi invia la propria candidatura online. Questi software scartano velocemente tutto ciò che presenta errori, facendo scendere anche i migliori talenti nella graduatoria.

Jon Ciampi, CEO di Preptel, ha una profonda conoscenza dei sistemi di tracciamento candidati. In precedenza ha lavorato come direttore generale con SumTotal Systems, produttore di ATS, e gestisce una società che si propone di aiutare chi cerca lavoro, superando le meccaniche di questi sistemi.

Ciampi ha condiviso i suoi segreti di informazioni privilegiate che spiegano come strutturare al meglio il proprio curriculum.

Ecco alcuni buoni consigli per l’ottimizzazione del tuo CV per un ATS:

Parole chiave: molti pensano che i sistemi di tracciamento candidati si basano su parole chiave per determinare la corrispondenza tra il curriculum di un candidato e un determinato lavoro. Fanno del loro meglio per usare le parole chiave più adatte nella propria descrizione. In realtà ciò che più conta è l’unicità o “rarità” della parola chiave o la frase chiave, dice Ciampi.
Le key-words devono essere precise e sono specifiche e ben definite per ogni diverso annuncio di lavoro.

  • PDF: è importante non inviare il proprio curriculum in formato PDF poiché non tutti i sistemi di tracciamento candidati hanno attualmente un modello standard per leggere la struttura di questo formato, sono pertanto facilmente fraintesi e considerati in automatico come non corretti. DOC e TXT sono consigliati.
  • Tabelle o grafici: i sistemi di tracciamento non sono in grado di leggere la grafica, e hanno molte difficoltà con le tabelle in quanto il loro sistema di lettura va dall’altro verso il basso e rende pertanto incomprensibili elementi ordinati secondo una struttura che va letta da sinistra a destra.
  • Un curriculum più lungo: la lunghezza del curriculum non è rilevante per un ATS. Esso analizzerà il vostro CV indipendentemente dal fatto che si tratti di due pagine o quattro. L’invio di un curriculum più lungo, che permette di descrivere maggiormente la propria esperienza e usare più parole chiave rilevanti, potrebbe anzi aumentare le possibilità di raggiungere una buona posizione ed essere maggiormente considerati dal sistema.
  • Work Experience“: definire l’esperienza di lavoro come “Work Experience” è fondamentale perchè venga compresa dagli ATS. Solitamente le persone cercano modi originali e diversi per definire le voci del proprio CV, per sembrare più colti e spiccare. In realtà questo non aiuta in quanto il software non riconosce l’etichetta data alla voce e la ignora completamente. Si rischia pertanto che alcune importanti voci vengano del tutto ignorate. Scrivere “esperienza professionale” o “successi di carriera” o simili comporta pertanto un’incomprensione penalizzante.”
  • Date: Risulta importante non iniziare la descrizione dell’esperienza di lavoro con delle date. Per garantire una corretta lettura è bene scrivere per prima cosa il nome del datore di lavoro, seguito dal titolo o ruolo svolto e solo in seguito dalle date in cui si è svolta tale attività. Gli ATS cercano prima di tutto, come riferimento, i nomi delle società o di chi vi è a capo, elementi più rilevanti delle date.
  • A livello generale è consigliabile svolgere un’attenta lettura dell’annuncio di lavoro. Questo permette di personalizzare al meglio il proprio riepilogo professionale, usando le stesse parole chiave che vengono menzionate nell’annuncio.
  • Contestualizzare le proprie descrizioni di esperienze lavorative è altrettanto importante, soprattutto usando frasi come “Sempre più spesso, superamento ostacoli, aumento, positivo “ ecc. Inoltre risulta opportuno creare una lettera di copertura personalizzata, se possibile, duplicando così le parole chiave, aumentandone il numero, scalando così la classifica nei sistemi di gestione.

Un curriculum strutturato in modo corretto, risulterà quindi fondamentale per aumentare le proprie possibilità lavorative. Competenze ed esperienze lavorative da sole non bastano, vanno supportate con una logica e una precisione a prova di web.

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *