Professioni

Ghostwriter: chi è, cosa fa e come diventarlo

23 novembre 2018

Chi è il Ghostwriter?

Sei uno scrittore fantastico, all’università eri la mente che stava dietro ad ogni progetto di gruppo, hai talento, hai un coraggio da leoni quando scrivi ma nella realtà sei timido e preferisci non stare al centro dell’attenzione. Se questo sei tu devi assolutamente diventare un ghostwriter.

Cosa fanno esattamente i ghostwriters?

In poche parole i fantasmi della scrittura sono delle figure ricercate e pagate per scrivere al posto di qualcun altro. I ghost scrivono post sui blog, libri, saggi, memorie, lavorando per persone di successo ma talvolta tanto impegnate da non riuscire a fare tutto. Per esempio sempre più amministratori delegati o imprenditori si rivolgono ai ghostwriters per scrivere biografie o rubriche, perché non hanno il tempo o le capacità per farlo.

Ma che stile devo usare per scrivere?

Domanda da vero scrittore! Diciamo che sarete scrittori, ricercatori, agenti ed editori nello stesso tempo. Dovrete conoscere bene la persona al posto della quale andrete a scrivere, dovete convincere tutti che le parole che stanno leggendo siano del vostro cliente, rispettate il suo stile, il suo carattere e la sua linea di pensiero. Durante il colloquio iniziale dovrete riuscire ad entrare in confidenza con chi avete davanti, scoprire le sue sensibilità e farvi raccontare la sua storia, dovrete essere connessi per avere successo.

Che competenze deve avere un ghostwriter?

Devi essere uno scrittore veloce, flessibile e avvincente. Devi saper produrre ottimi contenuti in poco tempo, avere “la penna facile” come si dice.

Anche la capacità di collaborare è importante, un romanziere lavora da solo, voi dovrete essere in costante contatto con il cliente. Bisogna anche essere in grado di immedesimarsi nell’altro, avere la capacità di intuire il tono giusto, per raccontare i pensieri che fluiranno veloci dai discorsi del vostro cliente. L’empatia permette ai “fantasmi” di vivere attraverso la vita degli altri.

Come faccio a far carriera se devo nascondermi?

Partiamo con il dire che una solida conoscenza dell’industria editoriale è importante. Dovresti stabilire connessioni con agenti, editori, autori e con le “ditte fantasma” che stanno comparendo sul mercato. Si, ci sono delle vere e proprie agenzie che si occupano di tutelare e promuovere chi fa il ghostwriter, portandoti a raggiungere il successo, che non è per forza legato all’anonimato.

Un ghostwriter può anche diventare famoso, il segreto non è la vostra identità ma quella della persona per cui scrivete, è il cliente che deve essere segreto.

Che titolo di studi è richiesto?

Ottenere una laurea in lettere o giornalismo potrebbe essere utile, ma la vera carta vincente sarà il tuo portfolio. Per fare un po’ di esperienza è meglio iniziare scrivendo su qualche blog a nome del gestore della pagina, sfruttate il metodo passa parola e le conoscenze della persona per la quale state lavorando. Ci sono anche dei corsi di scrittura appositi per chi vuole diventare un ghostwriter, se sei tu il nuovo super eroe dell’editoria, inizia a guardarti intorno!

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *